Manutenzione degli ascensori: quali controlli e interventi si effettuano?

La legge italiana parla chiaro: gli ascensori, per poter essere mantenuti in funzionamento all’interno degli edifici sia pubblici che privati, devono risultare in regola con le manutenzioni e con le revisioni, la cui cadenza è stabilita in modo preciso.

Mentre le revisioni devono essere effettuate ogni due anni da enti preposti, le manutenzioni ordinarie degli ascensori e le verifiche di sicurezza hanno una cadenza più serrata; a seconda dell’età e delle condizioni in cui si trovano, gli ascensori potrebbero necessitare anche di 8, 9 o più controlli all’anno. In cosa consistono, esattamente, e come si svolgono queste verifiche obbligatorie per legge?

Controlli di sicurezza

In base a quanto stabilito dall’articolo 15 del DPR 162/99, il lasso di tempo minimo tra un controllo e l’altro è di sei mesi quando si parla dei dispositivi che hanno a che fare con la sicurezza dell’impianto. Si tratta di importanti verifiche che riguardano lo stato delle funi, del sistema paracadute e dell’impianto di allarme, solo per citarne alcuni.

Manutenzioni ordinarie o preventive

Sono controlli a carico dell’impianto elevatore che hanno come obiettivo l’accertamento del suo stato di funzionamento: nel corso di questi interventi, verranno verificate ad esempio le condizioni in cui vertono le porte, le serrature o le funi. Durante questi interventi, il personale addetto si occuperà anche di pulizie e lubrificazioni a seconda delle necessità.

Manutenzioni straordinarie

Qualora durante i controlli periodici si riscontrassero problematiche tecniche tali da richiedere la sostituzione o la riparazione di parti danneggiate o rovinate a causa dell’usura, l’articolo 15 del DPR 162/99 stabilisce che il proprietario dell’impianto deve fare in modo che questi interventi vengano eseguiti tempestivamente. Anche in questo caso, a occuparsene deve essere necessariamente un manutentore abilitato.

Tutti questi controlli rappresentano un investimento importante per quanto riguarda la sicurezza e l’affidabilità dell’impianto; di conseguenza, essi vanno affidati a personale tecnico altamente qualificato che sia in grado di individuare e risolvere ogni piccola anomalia sin dai suoi esordi, garantendo il funzionamento corretto dell’ascensore e il prolungamento della sua vita utile. Scopri con GP Elevatori un servizio di manutenzione ascensori altamente specializzato e in grado di occuparsi di impianti a 360° a Verona, Vicenza, Brescia e Mantova.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Articoli correlati