Manutenzione ascensori per cliniche private, pubbliche e case di riposo: garantire accessibilità e sicurezza.

Fare manutenzione agli ascensori delle strutture sanitarie è fondamentale per rispettare gli standard di sicurezza stabiliti dalla legge e garantire l’accessibilità a tutti, pazienti e non.

Un ascensore per una clinica o per una casa di riposo necessita di rispettare certi parametri specifici, sia estetici che funzionali: i materiali devono essere facili da pulire e da disinfettare costantemente ma devono anche poter trasmettere igiene agli occhi del pubblico, la struttura deve essere capiente e funzionale non solo per i passeggeri ma anche per il personale medico e il trasporto di lettighe e strumentazioni e, soprattutto, bisogna garantirne il funzionamento 24 ore su 24 senza eccezioni. Per quest’ultimo motivo in particolare, fare manutenzione diventa tanto delicato quanto essenziale.

Obblighi di manutenzione ascensori per cliniche pubbliche e private.

Montalettighe, montacarichi e ascensori per case di cura, ospedali e cliniche private e pubbliche sono strumenti che vanno sottoposti non solo alla normale manutenzione tipica di qualunque ascensore ma devono rispettare ulteriori standard qualitativi. Non è possibili limitarsi all’efficienza ma bisogna verificarne l’idoneità in termini di sicurezza antincendio e “chimica”, ovvero la capacità di sterilizzazione. A parità di superficie rispetto a un comune ascensore, bisogna poi controllare (e garantire) una maggiore capacità di carico per lettighe e strumentazione e, non dimentichiamo, la massima precisione nel livellamento ai piani di arrivo. Non è accettabile infatti che una lettiga con un paziente debba incappare in un gradino, seppure appena percettibile, perché si rischiano danni anche gravi in caso di trasporto di pazienti delicati.

Stipulare un contratto di manutenzione per cliniche pubbliche e private.

Rispettare i tempi stabiliti nel contratto di manutenzione è prioritario, così come stipulare un contratto specifico che tenga conto delle necessità sopra delineate. Controlli periodici e uno storico degli interventi devono essere effettuati a prescindere dall’età dell’impianto e degli obblighi stabiliti in precedenza in fase di installazione. Il servizio di manutenzione deve essere specifico per strutture sanitarie e rispettare tutti gli standard vigenti, andare a toccare aspetti che normalmente passano in secondo piano e, molto importante, bisogna considerare la manutenzione straordinaria allo stesso livello di quella ordinaria e programmata: il corretto funzionamento degli impianti è vitale e deve essere garantito 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza scuse: non possiamo né rallentare o intralciare il lavoro in una struttura sanitaria né ostacolare l’accesso al pubblico.

Se cercate contratti di manutenzione ascensori per cliniche pubbliche o private, case di cure e ospedali, contattateci per un preventivo personalizzato curato nei minimi dettagli.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Articoli correlati